Il rifugio in collina di Churtichaga + Quadra-Salcedo

Una casa sul prato, costruita sulle colline spagnole a nord di Madrid: un rifugio rurale in bilico sulle verdi e leggere pendenze, un luogo dove l’architettura si compone cortese e silenziosa in armonia con il paesaggio.
© Fernando Guerra
Pareti in legno, terrazze sporgenti, un camino e una porta di colore giallo vivo, questi gli elementi di cui si son serviti i due architetti spagnoli Josemaria de Churtichaga e Cayetana de la Quadra-Salcedo per costruire la propria casa in collina, che hanno definito “come un ritaglio di paesaggio messo in cornice, come una piccola soglia in cui abitare affacciandosi ad est e ad ovest”.
© Fernando Guerra
La progettazione della Four Seasons House è il risultato di un’attenta e accurata osservazione dell’ambiente, in particolare delle varie e specifiche tonalità di fiori, foglie, cortecce e licheni che si alternano durante le diverse stagioni. Una tavolozza di colori sui toni del giallo, un paesaggio in miniatura dove la natura si rispecchia dei materiali e nelle sue sfumature.
© Fernando Guerra
Con una parte interrata nel fianco della collina, la casa è costruita su due piani con massicce travi di legno che s’incastrano alternate negli angoli. Al centro del piano superiore si apre il soggiorno, con un ampio terrazzo che si affaccia sui due lati: da una parte si adagia come una pedana a livello dal prato, dall’altra si sospende con un panoramico sbalzo verso le lontane montagne ad est.
© Fernando Guerra
Questa doppia vista e l’idea di definire tutto in un unico corpo architettonico, hanno suggerito agli architetti il disegno da seguire per la realizzazione. Tutto è piccolo, basso, in piccola scala. Dall’esterno la vista si perde al di là della casa.

Blink racconta di progetti di architettura senza alcun riferimento, dove non esplicitamente dichiarato, all'utilizzo di nostri prodotti e/o alla commercializzazione degli stessi.